AIRNAV RadarBox 3D

AirNav RadarBox è una combinazione hardware e software per tutti noi appassionati di aviazione civile e non.

RadarBox è un prodotto che permette di tracciare tutti i voli che abbaimo sopra la testa nel raggio di 150 km grazie ad una antenna in dotazione. Ma , ed è qui che abbiamo la ciliegina sulla torta, se connessi alla rete mondiale via internet si riesce a monitorare l’intero globo grazie all ‘ opzione di sharing (abilitabile via menu) che permette a tutti i possessori mondiali di RadarBox di condividere tutti i tracking dei voli nel loro raggio di azione.

Fatta questa brevissima introduzione sul prodotto ora andremo a spiegare il funzionamento dell’ AirNav RadarBox .

Nella scatola del prodotto troviamo il manuale , il software da installare sul pc, l’unita centrale che elabora i dati,  l’ antenna che serve per captare i segnali provenienti da tutti gli aerei nel nostro raggio di azione e un cavo usb per collegare il pc alla unità RadarBox.

Ora immagino la vostra domanda quale potrebbe essere …

“Ma come fa questo oggetto a catturare i segnali degli aerei sopra di noi ?”

La risposta è semplice. Grazie ad una tecnologia che è alla base dell aviazione moderna ed è anche uno standard mondiale, i segnali Automatic Dependent Surveillance-Broadcast (anche chiamati ADS-B).

I segnali ADS-B sono messaggi che vengono inviati broadcast dagli aerei in possesso di tale trasmettitore (tutti gli aerei moderni oggi ne dispongono). Questi messaggi vengono inviati dall’ aereomobile verso i controlli del traffico aereo e contengono informazioni estrapolate dal GPS di bordo quali:

  • Sigla aereomobile
  • Altitudine
  • Latitudine e Longitudine
  • Prua
  • Destinazione
  • Piano di Volo dichiarato

 

Ad oggi questi segnali stanno diventando sempre piu’ importanti per il centro di controllo del traffico aereo. Negli anni a venire verranno usati sempre di piu’ per aiutare i controllori di volo nel loro difficile compito di gestire mole di traffico in aumento anno dopo anno.

Possiamo affermare che quindi grazie all AirNav RadarBox si riesce a costruire una propria mini torre di controllo per seguire il traffico sopra di noi proprio con la stessa tecnologia che usano gli enti di aviazione per stabilire posizione e informazioni di volo di un aereomobile.

Abbiamo creato una TOWER in casa nostra!

Nel 2010 questo prodotto è stato utilizzato ufficialmente da Boeing per il loro nuovo Dreamliner per supervisionare i voli di collaudo.

Ora veniamo all’ analisi del prodotto.

Installato il software sul nostro portatile e collegato il RadarBox all antenna e al nostro computer abbiamo fatto un giro con l auto nelle campagne piemontesi e abbiamo provato il sistema.

Grazie alla sua potenza di ricezione siamo riusciti a visualizzare tutti gli aerei che stavano transitando sopra di noi e che stavano avvicinandosi o allontanandosi dall’ aereoporto della Malpensa.

Il software in dotazione ci fa visualizzare gli aerei sia sulla cartina 2d che sulla cartina 3d. Quindi (come mostrato nelle immagini) abbiamo un tracking costante degli aerei e delle loro informazioni.

Il RadarBox che abbiamo acquistato è la versione 3d . Cio’ vuol dire che il software permette di visualizzare gli aerei in una mappa 2d (prprio come nelle torri di controllo) ma anche in 3d. Grazie infatti a Google Earth abbiamo la visualizzazione 3d dell aereomobile che si muove piano piano verso la sua destinazione.

Tornati a casa dal nostro giretto in auto abbiamo installato il software sul nostro pc di casa e abbiamo collegato il RadarBox al pc . Risultato: oltre che visualizzare il nostro traffico (nel ragigo di 150 km) riusciamo a tenere sottocchio tutto il mondo grazie alla connessione internet e allo scambio di informazioni con tutti i possessori del radarbox mondiali. Quindi  abbiamo tutti gli aerei mondiali ,catturati da tutti gli utenti del mondo, sul nostro schermo.

Questa opzione network di catturare i voli via internet dagli altri utenti è gratutita per il primo anno e poi dal secondo dietro un pagamento annuale o mensile di pochi euro è possibile rinnovare la possibilità del radarbox network.

Il software permette all utente anche poco smaliziato di utilizzare l’apparecchiatura in maniera semplice e veloce.

Quando abbiamo i velivoli e le loro scie sullo schermo abbiamo la possibilità di cercare i voli attraverso il loro callsign, nascondere determinati voli ,  cambiare il colore degli aerei visualizzati ed è anche possibile registrare per un periodo di tempo illimitato tutto il traffico aereo per poi rivederlo in un secondo momento.

Con la Versione 3d del RadarBox (se collegati ad internet) abbiamo anche la possibilità di visualizzare i modelli renderizzati degli aerei catturati.

Infatti grazie al potente software attraverso il callsign dell aereo che tracciamo il sfotware va a cercare un immagine reale nella banca dati di AirNav dell aereo in questione per poi renderizzarlo in 3d sul nostro schermo!

Il RadarBox è uno strumento quindi che puo’ essere usato dalla persona appassionata di aviazione come dalle scuole volo e dalle aziende. Un prodotto che ha come target un ampia tipologia di persone quindi e che fa entrare in casa o in ufficio una tecnologia ad oggi ad uso e consumo solo degli enti e delle grandi compagnie di aviazione civile.

Tutto questo pero’ ha un costo ! purtroppo e dico purtroppo il prezzo si aggira intorno ai 450 euro.

In effetti puo’ sembrare un prezzo elevato ma per la tecnologia che contiene e per il suo posizionamento di mercato non è cosi’ elevato come puo’ apparire.

Ogni giorno oramai da quando lo possiedo lo uso per riuscire a dare una sigla , un nome , una destinazione a tutti gli angeli bianchi che vedo nel cielo alzando la testa.

Recensione a cura di Fabio Merlo.

Add a Comment