In lavorazione il manuale italiano di X-Plane

Buone notizie per gli appassionati di volo con X-Plane, il simulatore per eccellenza, che ha sempre avuto come sua più grande pecca, la documentazione in generale e quella italiana in particolare.  Lorenzo Daini, conosciuto per i suoi tutorial ed i suoi interventi sui vari blog e portali come I-LAIR ha deciso di mettere su carta la sua grande esperienza scrivendo il manuale di X-Plane.

Il titolo sarà  “SQUAWK 7700 General Emergency – Ovvero come installare configurare ed utilizzare al meglio X-Plane 10”.
Si tratta di un lavoro lungo e gravoso, rivolto soprattutto ai neofiti, cioè a coloro che non conoscono X-Plane e che possono trovarsi davanti a piccoli e grandi problemi sulla configurazione e l’installazione di scenari plug in e altro.

 

A titolo di incoraggiamento e per incuriosire i nostri lettori, pubblichiamo la prefazione del libro ( tratta dal suo blog ) :

Lo dico subito per fugare ogni ragionevole dubbio: No! Non sono un pilota! Come te sono un appassionato di volo e di simulazione di volo. Quella che hai tra le mani è una guida che ha la “pretesa” di insegnarti come eseguire i principali settaggi utili per poter utilizzare questo simulatore che, nel corso degli ultimi cinque anni, ho utilizzato quotidianamente e che, mi ha portato a scrivere un blog ( www.loreair.bolgspot.com ) oltre a produrre una serie di video che, mio malgrado, in alcuni casi sono serviti a molti piloti virtuali per eseguire o comprendere alcune delle manovre basilari del volo simulato.


Il titolo “Squawk 7700” è il codice che viene utilizzato sul transponder dei velivoli certificati in caso di emergenza (general emergency), significa che a bordo c’è un problema; il controllore vede il codice e da la priorità all’aereo ha che ha “squawkkato” il numero. Nel nostro caso significa che abbiamo bisogno di aiuto ed io come il controllore di volo sono qui per risolvere “l’emegenza”.

Di solito nei videogames si tende a parlare di “curva di apprendimento” come il tempo necessario a poter impratichirsi e padroneggiare con tutte le principali funzioni del gioco; per i simulatori, che personalmente non ritengo essere videogiochi, la curva di apprendimento non è legata solo all’uso e installazione del simulatore, ma anche: alla conoscenza dei principali strumenti di navigazione, dei termini aeronautici, dei termini meteorologici, ed eventualmente delle procedure per l’esecuzione del volo strumentale.

 

In questo manuale ho voluto riassumere soprattutto l’aspetto tecnico necessario per poter sfruttare al meglio le potenzialità che X-Plane offre e per poter risolvere i principali problemi che potresti dover affrontare durante le tue sessioni di volo. Un esempio per tutti la scattosità che apparirà inesorabilmente se i settaggi all’interno dei vari menu di X-Plane non saranno ottimizzati alle capacità del tuo computer.

Premetto che parlerò solamente della versione 10.+ del nostro simulatore ripromettendomi di adeguare il presente manuale quando usciranno aggiornamenti considerevoli di X-Plane10. Se, caro lettore, tu dovessi avere una versione più vecchia del simulatore, il mio consiglio, fin da ora ė di procurarti l’utima versione disponibile altrimenti rischieresti di non trovare i menu di cui parlo o di dover compiere mirabolanti peripezie all’interno del simulatore per trovare l’argomento da me trattato senza casomai risolvere il tuo specifico problema.

Cercherò altresì di corredare con foto e screenshot gli argomenti che man mano tratterò in modo da rendere più semplice la narrazione. Cercherò anche di trattare i vari argomenti in maniera semplice e di descrivere i comandi, del simulatore, come se fosse una ricetta di cucina in modo da poter seguire i vari passaggi punto per punto al fine di poter sempre tornare indietro per capire dove sono stati commessi eventuali errori. Spesso utilizzerò abbreviazioni del tipo XP che indicherà la versione 10 di X-Plane, comunque per farmi capire scriverò ad XP (X-Plane); utilizzerò anche il simbolo > ad indicare i vari passaggi all’interno dei menù del simulatore, ad esempio “ambiente > data e ora” a significare che si dovrà entrare nel menu a tendina in alto selezionare prima “ambiente” ed all’interno scegliere l’opzione “data e ora”.
Troverete spesso dei link a siti; sappi che ho utilizzato i Tinyurl che permettono di ridurre la lunghezza dell’indirizzo del sito, inoltre sono di facili da ricordare in quanto iniziano sempre allo stesso modo (evidenziato in nero):
http://tinyurl.com/9dzh4zq 
Basterà quindi ricordarsi o prendere nota del testo dopo la “/” cioè “9dzh4zq” ed il gioco è fatto.

Se questo manuale avrà il “successo” da me sperato, visto che ad oggi non esiste una guida in italiano ad X-Plane, farò uscire anche un manuale più tecnico sul volo simulato; altrimenti mi “cospargerò il capo di cenere” e farò finta che questo manoscritto non sia mio dandomi anche alla macchia!

Con queste semplici premesse voglio augurarti una buona lettura e ricordarti che potrai trovare ulteriore supporto sul mio blog. Il mio primo consiglio è quello di seguire questa guida con XP (X-Plane) avviato e di non avere fretta ad eseguire il primo volo, perché anche se crederai di perdere tempo, lo guadagnerai durante i tuoi voli, evitando così di incappare in problemi di facile risoluzione.

Happy Landings (felici atterraggi)
Lorenzo (I-LAIR)
Non ci resta che augurarci di leggere presto questo libro per godere appieno delle incredibili prestazioni fornite da X-Plane, forza Lorenzo!

 

7 Comments

  1. Lorenzo 2 settembre 2012
  2. Francesco Marazzi 18 novembre 2012
    • Luca SpedoAuthor 19 novembre 2012
  3. Osvaldo Scognamiglio 8 dicembre 2012
    • Luca SpedoAuthor 8 dicembre 2012
      • Osvaldo Scognamiglio 8 dicembre 2012

Add a Comment