Maddog : la simulazione a medio raggio anche per FSX

Tutti gli appassionati di MD80 sono in trepidante attesa del nuovo MADDOG, perche le voci e le anteprime si rincorrono. Ebbene si io l’ho visto e si tratta di un prodotto davvero innovativo rispetto alla precedente edizione della LAGO, anzi va detto che da questo progetto il software esce sotto l’etichetta Leonardo in un sito completamente rinnovato. Va detto comunque che il realismo toccato da questa nuova release unita alle potenzialità  di hardware di nuova generazione è davvero stupefacente.

Il team di sviluppo al completo era presente presso la attrezzatissima sede di Bologna che ha permesso di presentare le nuove caratteristiche del Maddog che vi elencheremo tra poco. Alla presenza di numerosi simmer e appassionati di questo aereo , arrivati non solo dall’Emilia ma anche dal Veneto e dalla Lombardia, abbiamo voluto illustrare quanto di nuovo e innovativo è stato implementato anche e non solo rispetto alla versione precedente.
E’ doveroso dire che questo nuovo Maddog uscirà sotto la unica sigla della Leonardo, abbandonando quindi il marchio Lago che ci ha accompagnato nella prima versione, ma rimane invariato il fatto che il programmatore e il team sono rimasti gli stessi e che quindi si tratta del naturale sviluppo della prima versione.
Il lavoro di sviluppo svolto ha riguardato anche la simulazione di situazioni che possono occorrere durante un volo e quindi adesso avremo la possibilità di incontrare situazioni da gestire in modo più realistico rispetto a quanto siamo abituati a vedere su aerei per Fs, nell’elenco riportato qui sotto noterete che ci sono riportati effetti tipo l’accumulo di ghiaccio in volo o la frenata ridotta in caso di pista bagnata.
L’altro aspetto riguarda la possibilità di uso del Maddog in configurazione dual panel per la multicrew attuabile in rete, consentendo cosi di volare come se si fosse in due in cockpit. Non è stata tralasciata la possibilità di far funzionare anche il Flight recorder cosicchè, previo inserimento dei dati del volo sull’apposito pannello, avremo la registrazione di molti parametri che potranno darci indicazioni sulla condotta nelle varie fasi di volo: il file viene salvato su apposita cartella ed è visualizzabile da comuni programmi di editor testo e excel; questa opzione potrebbe far comodo alle virtual airlines per dare un giudizio sui piloti.
Per aumentare il realismo e la attinenza del modello di volo al vero Md80 sono state riviste le dinamiche di volo: siamo stati sempre del parere che, tutti o quasi, gli aerei di default e gli addon di Fs avessero caratteristiche di volo simili tra loro, snaturando un po’ le peculiarità del modo di volare di un Boeing 777 piuttosto che di un ATR42 e semplificando il tutto, con questo intendo dire ad esempio, che su questi aerei è possibile imporre e ottenere una riduzione di velocità riducendo la potenza ma mantenendo ratei di velocità verticale elevati: la realtà è ben diversa ed ecco che sul Maddog dovremo fare bene attenzione a calcolare la distanza di inizio discesa se non vogliamo incorrere in casi di overspeed oppure se non vogliamo arrivare troppo alti quando dobbiamo intercettare un sentiero di discesa ILS.

Per poter fare questo ci siamo avvalsi dell’aiuto di veri piloti di Md80 che ci hanno illustrato queste caratteristiche che altrimenti avremo avuto difficoltà a conoscere. I parametri motore e la visualizzazione degli avvisi di avaria, sonori e luminosi, sono strettamente attinenti a quanto riportato nei manuali di manutenzione dell’aereo vero e anche una variazione di temperatura esterna fa si che cambino i valori dei parametri motore al minimo o ai diversi livelli di volo. L’FMS, già presente sulla prima versione è stato migliorato sensibilmente.
Per gli amanti del virtual cockpit invece ci sarà da aspettare ancora un po’ ma uscirà come aggiuntivo non a pagamento in seguito. La grafica stessa del pannello è stata migliorata con la possibilità di dimmare le luci degli strumenti e l’interazione con tutti gli switch del cockpit è quasi totale dando agli utenti la possibilità di scoprire molte funzioni dell’aereo.

Tramite apertura di un menù è possibile comunicare con il tecnico a terra e richiedere tutti quei servizi di cui un aereo necessità quando è in sosta al parcheggio o al finger.

Info e Ordini

Add a Comment