Pianificare una rotta IFR: Aerovie

pianificazione_rotta Il viaggio in quota è solo una parte del volo: esso deve essere pianificato in ogni sua parte per fare in modo che si arrivi correttamente a destinazione, può sembrare una ovvietà ma una volta che l’aereo è decollato nulla deve essere lasciato al caso fino all’atterraggio. Fosse semplice come con la nostra macchina, che se ci perdiamo basta accostare, abbassare il finestrino e chiedere, in aereo tutto ciò non è proprio possibile. Oltretutto un atterraggio deve sempre essere fatto in totale sicurezza, basti pensare che in funzione del carico cambia la lunghezza di pista necessaria.

Nel caso della rotta quindi, se vogliamo volare come nella realtà, va scartato subito il sistema che propone FSX che traccia una riga dritta dall’aeroporto di partenza a quello di destinazione, ma vanno seguite le corrette aerovie.

rotta_lipz_lirf

Le aerovie possono essere paragonate a delle autostrade, infatti gli aerei non possono seguire il vento come si suol dire ma devono percorrere dei sentieri appositamente creati. Le aerovie sono segmenti tracciati nei cieli dalle onde radio che possono essere collegati tra due radiofari ( VOR o NDB ) oppure tra l’intersezione di due o più aerovie con dei calcoli di distanza da più punti definibili via radio ( FIX ).

Oltretutto ci sono due livelli di aerovie, basse ed alte dedicate agli aerei a lungo e medio raggio, per non avere troppo traffico sulle medesime rotte.

Facciamo ora un esempio pratico: volendo fare un volo IFR ( ossia solo strumentale ) da Verona LIPX e Genova LIMJ se inseriamo questi due aeroporti sul pianificatore di volo di FSX ( e non solo ), avremo come risultato una riga dritta che collega le due citta, che inizia e finisce sulla verticale dei due aeroporti.

rotta_cartina

Supponiamo ora di voler fare lo stesso viaggio in auto, non potremmo quindi guidare in linea retta ma usare le varie strade ed autostrade per giungere a destinazione. bene queste corrispondono alle nostre aerovie. Partendo da Verona quindi dovremo prendere l’autostrada A4 fino a Brescia, seguire poi l’autostrada Piacenza Torino e incrociando la Milano Genova nei pressi di Tortona, inserirsi in direzione Genova. Pianificare un volo non è altro che prepararsi la rotta per arrivare a destinazione con le aerovie predisposte.

rotte_IFR_genoa

Per avere la corretta aerovia da seguire basta utilizzare il servizio fornito da Route Finder, dove indicando l’aeroporto di partenza e arrivo ci vengono proposte una o più aerovie da inserire poi nel piano di volo di FSX. La rotta va poi inserita manualmente su FS salvo utilizzare questo programma creato dagli amici di MediterraneaVirtual.

Esiste anche un altro programma molto comodo per farvi le rotte ed esportarle su simulatori e FMC che si chiama VRoute, è una suite di aiuti per il volo che non dovrebbe mancare sul desktop di ogni appassionato di volo, della quale abbiamo già parlato.

A questo punto siamo pronti per fare un volo ancora più reale: con gli stessa rotta di un volo vero, manca solo una cosa, come arrivo al casello di entrata della mia autostrada e come ne esco? ovvero mancano le SID e le STAR cioè le procedure di partenza e di arrivo che sono diverse per ogni aeroporto in funzione della pista e del punto di inizio o fine della rotta.

limj_sid

Questo sarà argomento del prossimo articolo, nel frattempo vi consiglio di scaricarvi le carte dell’aeroporto della vostra città e quello della citta per familiarizzare con le rotte SID e le STAR che dovrete affrontare più spesso e le cartine degli aeroporti di Verona LIPX e Genova LIMJ che utilizzeremo per il prossimo articolo dal sito del mitico Antonio Golfari, magari potete anche scaricare la mappa delle aerovie inferiore del Nord Italia che si può stampare con pochi euro in formato 50 x 70 e piegare come una cartina stradale.

Per ogni curiosità potete postare la vostra domanda qui sotto, a cui cercherò di dare risposta in breve tempo.

Luca Spedo

rotta_fsx

4 Comments

  1. pietromaria 20 agosto 2012
    • Luca SpedoAuthor 20 agosto 2012
  2. luca 17 settembre 2012
    • Luca SpedoAuthor 17 settembre 2012

Add a Comment